Masseria Di Santo



Epoca: XVIX secolo                                              Proprietà: Privata

Cenni storici: La masseria fortificata venne eretta nel XVIII secolo ai piedi della Murgia Morsara ed in prossimità della valle fertile denominata “Matine di Santeramo”. La masseria è caratterizzata da un muraglione esterno e da ampio cortile interno che consente l’ingresso alla casa padronale e ad altri alloggi in cui i salariati a servizio della ricca famiglia Di Santo prestavano servizio. L’importanza dell’edificio è avvalorata dalla presenza di una piccola chiesa dedicata a S. Bonifacio. La masseria rappresentava un punto di riferimento per la lavorazione del latte e per l’allevamento di ovini di razza Altamurana, nonché per una cantina ove veniva prodotto il vino da uve locali. La vicinanza di Iazzi, corti e della nota via Appia, unitamente alla bellezza storico-architettonica della masseria, rappresenta un valido esempio di architettura rurale ed industriale del 1800. Nelle vicinanze è presente un ampio Iazzo che rappresentava uno dei maggiori punti di sosta per il gregge proveniente dal Nord della Puglia e che percorrendo il tratturello Santeramo in Colle – Laterza giungeva in siti per il pascolo ricco di essenze pabulari tipiche della Murgia Barese. I pastori che dimoravano nei locali annessi allo Jazzo versavano al Comune una tassa giornaliera.

Posizione: La Masseria Di Santo (coordinate 40.733901; 16.767631) è ubicata sulla S.P. 128 in direzione Laterza a circa dieci chilometri dall’abitato di Santeramo in Colle (BA). Jazzi/corti/tratturi limitrofi: Tratturello Santeramo in Colle – Laterza, Tratturo via Appia, bracci, Jazzo Carano.  ( fonti IAT Santeramo )